Comizio No Vax della studentessa sarda. L’infettivologo: “Non fatela diventare medico”

.

ALGHERO – Durante un comizio No Vax ad Alghero, ha sostenuto che il vaccino contro il Covid sia inutile per via del fatto che i suoi componenti necessitano di bassissime temperature, diverse da quelle del corpo umano: “Da qui tutte le reazioni avverse“.

La notizia è stata resa nota dalla testata giornalistica on-line YOUTG.net il 30 agosto u.s.

Una giovane studentessa universitaria di Medicina, reduce dall’esame di Virologia, ha arringato la folla che le ha riservato applausi di condivisione.

Ma quel lungo intervento ha fatto rabbrividire che l’università non solo l’ha finita, ma coi virus ci lavora. 

Come il Dott. Antonio Pintus, infettivologo di Sassari, che ci va giù durissimo e chiede che la ragazza venga preventivamente bandita all’ordine dei medici, perché “pur non sapendo nemmeno la differenza tra un agente virale e un parassita, si prende la briga di fare uno sciagurato comizio davanti a una platea di negazionisti no-vax“.

Pintus, si augura che “questa tizia non diventi mai un medico, si sono spellati le mani per applaudire le cose inesatte che ha detto – (bisogna studiare!), ha sostenuto che il vaccino è inutile, così dicendo ha mancato di rispetto a quelle persone che sono morte, alle persone che si sono viste morire genitori, nonni, a volte anche figli, e a tutte quelle persone che dopo aver passato la malattia stentano a recuperare la piena normalità, e infine ha mancato di rispetto a tutti noi che da quasi due anni lottiamo contro il virus e contro l’ignoranza, ma questo in fondo non importa, ma una ragazzina così priva di empatia non merita di diventare un medico, mi auguro che sia l’Università di Sassari, sia l’Ordine dei medici prendano provvedimenti. Le servirà“.

.

.

.