.

LA MADDALENA Sarà la Procura della Repubblica di Tempio Pausania, attraverso i Carabinieri e i tecnici forensi incaricati, a scoprire l’identità dei resti mummificati e le cause della morte di uno scheletro umano ritrovato ieri da una Guida ambientale dell’Ente Parco nella zona di Becco di Vela sull’Isola di Caprera.

La giovane Guida, intento nella sua attività di vigilanza, improvvisamente notava tra le macchie la presenza dello scheletro che indossava ancora pochi indumenti vetusti. Immediatamente dava l’allarme ai Carabinieri di La Maddalena che prontamente si recavano sul posto constatando la macabra scoperta.

Stando alle prime indiscrezioni, (a memoria), i resti ritrovati potrebbero appartenere ad un quarantenne scomparso qualche anno fa dalla sua abitazione in loco in circostanze misteriose e mai chiarite. Ma nessuna conferma ufficiale è stata resa nota.

Del caso se ne era occupata anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha Visto” che aveva dedicato diverse puntate al caso. Ma del Ragazzo non se ne era mai avuta nessuna traccia, nonostante diversi telespettatori avevano segnalato la sua presenza fuori dall’Isola.

Ora dopo il ritrovamento di questo corpo mummificato a Caprera, tutte le ipotesi sono aperte e – ovviamente, restano in attesa di conferma solo dopo gli accertamenti medico-legali disposti dalla Magistratura.

.

.

.