.

CAGLIARIE’ stata prorogata sino alla mezzanotte di martedì 30 novembre l’allerta meteo gialla in Sardegna. La Protezione civile regionale ha diramato un nuovo avviso di criticità ordinaria per rischio idraulico e idrogeologico su Iglesiente, Campidano, Montevecchio Pischinappiu, Flumendosa Flumineddu, Tirso e Logudoro, e per il solo rischio idrogeologico sull’area della Gallura.

Nel frattempo i fiocchi bianchi stanno facendo capolino già a quote collinari: tra i 400 e i 500 metri sul livello del mare.

Sempre la Protezione civile regionale ricorda che sulla strada statale 131 dal Km 137+900 al Km 179+500 (altopiano di Campeda) vige l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali (da neve) e raccomanda alla popolazione, in presenza di fenomeni temporaleschi, di “restare nelle proprie abitazioni e, se ci si trova in un locale seminterrato o al piano terra, di salire ai piani superiori”. Inoltre, viene consigliato di limitare gli spostamenti in auto ai soli casi di urgenza e di tenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare e sulle procedura da seguire indicate dalle strutture territoriali di Protezione Civile.

Il maestrale soffia a 55 km orari e potrebbe creare mareggiate sulle coste occidentali: sul fronte delle temperature le minime rimarranno basse con valori sotto lo zero sui rilievi e tra i 2 e i 5 gradi nelle località dell’interno della Sardegna, in lieve aumento le massime, specie sulle coste dove si toccano i 12-14 gradi.

.

.

.