.

PESCARA(ansa) – Ha scoperto di essere positivo al Covid, ma si è comunque imbarcato sul volo per Bruxelles che aveva prenotato. La Farmacia in cui aveva eseguito il tampone, però, capendo le sue intenzioni, ha lanciato l’allarme alle forze dell’ordine, che hanno bloccato il volo e lo hanno fatto scendere, per poi denunciarlo.

L’uomo – un 51enne italiano residente in Belgio e domiciliato a Montesilvano (Pescara) – si è sottoposto ad un test rapido in una Farmacia non distante dall’aeroporto. Prima di andare via ha lasciato intendere che, nonostante l’esito positivo, aveva comunque intenzione di partire. I farmacisti a quel punto hanno allertato i carabinieri, che hanno a loro volta contattato la polizia di frontiera in servizio nello scalo pescarese, che da una verifica sulle liste passeggeri, hanno appurato che l’uomo aveva una prenotazione sul volo per Bruxelles.

Il 51enne, usando il Green pass generato da un tampone fatto in precedenza, è riuscito comunque ad imbarcarsi. Quando gli agenti sono intervenuti, era appena salito a bordo. A quel punto i passeggeri sono stati fatti scendere per le attività di sanificazione, che sono state estese anche al gate.

L’uomo, che non è vaccinato, dopo le formalità di rito è stato accompagnato al suo domicilio dal 118 di Pescara, intervenuto con l’ambulanza di biocontenimento, ai fini dell’isolamento domiciliare. Al momento non manifesta sintomi. Con lui c’era il fratello (vaccinato), risultato negativo al tampone, ma che dovrà ora sottoporsi anche lui a quarantena. Il volo Pescara-Bruxelles è partito con circa un’ora e trenta minuti di ritardo.

.

.

.