.

LA MADDALENA – Bisogna riconoscere l’eccellente impegno dell’Amministrazione Comunale e l’attenta cura nell’organizzazione degli eventi da parte del Consigliere Stefano Cossu… per la gioia dei tanti bambini protagonisti principali del Natale 2021. Presenze record – domenica 12 dicembre – all’inaugurazione della Casa di Babbo Natale con oltre 3mila presenze in piazza.

L’organizzazione delle festività natalizie, affidata e coordinata dal consigliere comunale Stefano Cossu, vede la sua scelta di affidare la progettazione e l’esecuzione degli eventi ai bravissimi volontari del “Gruppo CammiNatale” dal quale prende il nome il calendario di questo percorso natalizio maddalenino.

Un evento – da segnalare – che ha peraltro riscosso anche la scontistica da parte della Compagnia di Navigazione Delcomar sul prezzo del traghetto da e per La Maddalena e che ha certamente favorito l’arrivo di visitatori da altre località della Gallura.

Elfi, autoscontri, mercatini e giochi per bambini hanno fatto da preziosa cornice allo splendido e magico scenario organizzato in Piazza Comando, luogo centrale della nostra Città.

In sinergia con il Gruppo Camminataleafferma il Consigliere Cossuabbiamo sognato questo momento diventato finalmente realtà. Siamo stati animati fin dal primo giorno dallo stesso obietto, quello di restituire ai bambini la magia del Natale e creare la giusta atmosfera per far rivivere la nostra splendida isola. La grandissima risposta dei cittadini ci ha ripagato di ogni fatica, vedere la piazza gremita di gente come una giornata della stagione estiva, ma soprattutto la felicità dei bambini, è stato emozionante anche per noi grandi. Il Gruppo del Camminatale ha dimostrato una sensibilità ed un entusiasmo fuori dal comune, penso che sia stato proprio questo aspetto a fare la vera differenza”.

Infine, da segnalare l’enorme bellissima insegna luminosa “La Maddalena 2024” – posizionata fronte mare, davanti alla sede della Guardia Costiera, che indica la partecipazione della nostra Isola al programma nazionale “Città della Cultura”.

.

.

.