.

IL METEO – Dopo l’arrivo della seconda perturbazione del mese, attesa sull’Italia nella giornata di domenica, lunedì 10 gennaio assisteremo allo sviluppo di un vortice di bassa pressione che continuerà a richiamare verso il Paese venti freddi e intensi e sferzerà diverse regioni con una forte ondata di maltempo invernale.

Domani, lunedì 10 gennaio, la settimana si aprirà nel segno di una intensa ondata di maltempo invernale che sferzerà soprattutto il Centro-Sud. La pioggia coinvolgerà in particolare il settore del medio Adriatico, l’estremo Sud peninsulare e la Sicilia, con possibili rovesci e temporali. Neve sulla Dorsale appenninica e arriverà oltre i 700-1000 metri sulle montagne siciliane e quelle del Sud Italia.

Il vento soffierà fino a burrascoso sull’alto Adriatico e al Centro-Sud. Ci sarà il rischio di raffiche particolarmente violente che potrebbero raggiungere i 100 km orari. Saranno possibili mareggiate sulle coste più esposte.

Da martedì 11 gennaio la depressione e la perturbazione a essa collegata – (la numero 2 del mese) – si sposteranno verso lo Ionio orientale, concedendo un progressivo miglioramento delle condizioni meteo anche al Centro-Sud.

I venti di Tramontana, soffieranno ancora intensi sull’alto Adriatico, su tutto il Centro-Sud e Sardegna sui mari prospicienti, con raffiche di burrasca fino a 70-80 km orari. Di conseguenza i mari saranno ancora molto mossi e/o localmente agitati.

A metà settimana si profilano condizioni meteo stabili praticamente ovunque, con un tempo per lo più soleggiato.

.

.

.