.

COMUNICATO STAMPA

.

8 Gennaio 2022 – Il Popolo della Famiglia Sardegna denuncia le ingiuste limitazioni imposte dal Governo Draghi ai danni dei sardi che hanno deciso di non aderire alla campagna vaccinale, e che dal 10 gennaio non potranno spostarsi verso la Penisola.

A queste persone verrà, infatti,  negato il sacrosanto diritto di salire su mezzi aerei o navali, di fatto privandole della libertà di circolazione in tutto il territorio nazionale, del diritto alla salute, al lavoro e allo studio garantiti dalla Costituzione Italiana.

Sulla questione è intervenuta anche Barbara Figus, Coordinatrice regionale del Popolo della Famiglia: “Trovo veramente ingiusto e discriminatorio quello che alcuni cittadini sardi stanno subendo e subiranno nei prossimi mesi. Si stanno calpestando diritti costituzionali fondamentali con la pretesa di voler proteggere la popolazione. Come movimento politico da sempre vicino agli ultimi, esprimiamo solidarietà anche a quei cittadini di La Maddalena e Carloforte che non essendo in possesso di green pass non potranno utilizzare i traghetti rischiando, così, l’esilio forzato.”

Antonello Deiana

Ufficio stampa – Popolo della Famiglia Sardegna

.

.

.