Presenza militare in Sardegna. Accordo tra Regione e Ministero Difesa

.

Potenziamento della Scuola Sottufficiali M.M. di La Maddalena

.

CAGLIARI – (ansa) – La volontà manifestata tra Regione e Ministero della difesa è quella di rinnovare gli accordi sulla presenza militare in Sardegna. Su queste basi continuano a pieno ritmo le interlocuzioni, arricchite dai lavori di una apposita cabina di regia Regione-Ministero che si è riunita ieri mattina a Villa Devoto tra il presidente Christian Solinas e il sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli.

L’obiettivo è quello di dare piena attuazione ai protocolli Difesa-Sardegna del 2017, successivamente integrati e rilanciati nel 2019 e recentemente confermati per ulteriori tre anni nel febbraio scorso:

  • l’implementazione di diverse misure concordate in sede di protocolli;
  • la cessione o concessione temporanea di alcune aree demaniali e spiagge da parte della Difesa;
  • la valorizzazione di altre infrastrutture sul territorio, anche finalizzate a utilizzi imprenditoriali, culturali e turistici; il potenziamento di realtà militari importanti per il tessuto economico-imprenditoriale dei territori che le ospitano, come nel caso della Scuola Sottufficiali Marina Militare di La Maddalena.

Altre misure, restano ancora da implementare o da rivalutare alla luce dei mutamenti dei rispettivi contesti di riferimento.

Proprio per questo, il cambio di passo concordato, costituisce un’ulteriore occasione per determinare un rafforzamento del dialogo e della reciproca collaborazione, come auspicato dalla Difesa e dalla stessa Regione fin dall’insediamento della Giunta Solinas: non solo l’ottimizzazione nell’impiego di beni immobili di interesse, attraverso misure che spaziano da valorizzazioni congiunte, ad esempio in campo energetico, fino all’eventuale cessione alla Regione di quelli non più in uso alle attività militari, passando per lo studio di come destinare aree anche all’agricoltura e all’allevamento.

Di particolare importanza, è stato sottolineato, nel campo della ricerca tecnologica, con la collaborazione delle agenzie regionali deputate come Crs4, Sardegna Ricerche, Porto Conte Ricerche.

Emblematico è il grande progetto tecnologico in atto nell’aeroporto di Decimomannu, che diventerà un centro di addestramento di livello internazionale. La presenza dei militari – hanno sottolineato Solinas e Pucciarelli – è da intendersi come un’opportunità di crescita e di sviluppo, anche dal punto di vista economico.

Lo dimostrano le tante attività congiunte, non ultime quelle realizzate in occasione dell’ultima esercitazione dimostrativa con la Protezione Civile, “Bentu Estu”, che ha confermato l’importanza di mantenere una stretta sinergia anche in occasione di situazioni emergenziali complesse.

.

.

.