L’Italia nella morsa del caldo estremo: 40 gradi

.

IL METEO – Sull’Italia sta prendendo vita la 4^ ondata di caldo di questa difficile estate, complice il ritorno dell’anticiclone nord africano, in espansione verso il Mediterraneo centrale. Le prime ad infuocarsi sono le regioni del Nord e le aree interne del Centro dove, la giornata di venerdì 15 luglio, sarà bollente con il termometro fino a 37-39 °C.

Nel fine settimana sarà il turno del Sud e delle Isole, mentre le regioni settentrionali e in parte quelle adriatiche osserveranno una lieve attenuazione della canicola, grazie all’afflusso di aria un po’ meno rovente proveniente dai Balcani.

Tra lunedì 18 e martedì 19 le aree bollenti resteranno le regioni tirreniche e le Isole maggiori, nel resto del Paese non si dovrebbe oltrepassare la soglia dei 34-35 gradi. Ma, secondo le attuali proiezioni modellistiche, il peggio di questa quarta ondata potrebbe scatenarsi a partire da mercoledì 20, a seguito di una ulteriore e generale intensificazione del gran caldo e dell’afa.

Inutile aggiungere che, sul fronte siccità, la situazione resterà gravemente compromessa e a nulla serviranno i pochissimi temporali di caloreattesi tra oggi e domani nel settore alpino orientale.

TENDENZA – Temperature: massime in leggera flessione al Nord dove non si dovrebbero superare i 35 gradi; in lieve aumento altrove, con punte fino a 37-38 gradi nelle aree interne peninsulari e della Sardegna. Venti ovunque deboli, salvo temporanei rinforzi di brezza a metà giornata. Mari calmi o poco mossi.

.

(iLMeto.it)

.

.

.