Il Giallo. Malore in Costa Smeralda per l’ex fedelissimo di Putin. Sospetto avvelenamento

.

OLBIA – Malore per l’ex fedelissimo di Putin, Anatolij Chubais, che si trova in vacanza in un resort della Costa Smeralda.

L’uomo, che è stato per anni braccio destro del presidente russo ma che dopo la sua contrarietà alla guerra in Ucraina ha lasciato Mosca, è finito al Pronto soccorso dell’Ospedale di Olbia dove è stato ricoverato ma non è in pericolo di vita.

Lo ha scritto il quotidiano La Repubblica nell’edizione di ieri 1 agosto, il quale rivela che, dopo un primo allarme per un sospetto avvelenamento, dai primi accertamenti l’ipotesi prevalente è che possa trattarsi dei sintomi di una malattia neurologica.

Improvvisamenteavrebbe raccontato l’uomo ai medici, (secondo quanto ancora riportato dal quotidiano) – ho cominciato ad avere difficoltà a muovere gambe e braccia“.

Dopo il trasporto in ospedale sarebbe stata allertata la polizia che ha inviato i suoi tecnici specializzati per effettuare analisi tecniche ed accertamenti.

Sono entrati con le tute e hanno fatto una serie di operazioni “, avrebbe detto Avdotia Smirnova, la moglie di Chubais, ad alcuni media russi.

Ma stando a quanto riferito da fonti Ansa, sembrerebbe che né tecnici specializzati della polizia né altre forze di polizia hanno eseguito dei test o dei prelievi all’interno della villa dove soggiorna Chubais.

.

.

.