HOME

Caro-voli. Le compagnie aeree sfidano la Regione: “oltre 400 euro per un biglietto”

.

L’Unione Sarda

.

REDAZIONE – Un vero e proprio salasso per l’acquisto di biglietti aerei dall’Isola. La segnalazione all’Antitrust delle tariffe fuori controllo – nel mirino della Regione per ora è finita Volotea – non ha intimorito le compagnie, che continuano a sollevare i prezzi per i turisti. E un volo prenotato all’ultimo momento costa fino a 410 euro.

Sono pochi i casi in cui viene rispettato il tetto imposto dal Governo con l’ultimo decreto Omnibus: non si può superare il triplo della tariffa media registrata sulla stessa tratta. Ma il meccanismo individuato non rende semplice il monitoraggio (anche perché dovrebbero essere le compagnie a collaborare e dire qual è il prezzo medio, cosa che ovviamente non avviene) e quindi la spesa per spostarsi da e verso l’Isola resta alta.

Il sistema L’assessorato ai Trasporti, nella lettera inviata all’Autorità garante della concorrenza e del mercato, prende come riferimento la tariffa riservata ai residenti nei collegamenti in regime di continuità territoriale. Un volo verso Roma costa 72 euro. Quindi teoricamente un biglietto per i passeggeri non residenti non potrebbe oltrepassare la soglia dei 216 euro. Invece se oggi un turista – o un sardo emigrato – volesse acquistare un biglietto per tornare a casa dovrebbe prepararsi a spendere ben oltre questa cifra.

Sulla linea Cagliari-Milano, una delle più ingolfate in questi giorni di controesodo, i prezzi sono fuori controllo. Per un volo – sola andata – si parte dai 265 euro di EasyJet (che atterra a Malpensa), per proseguire con i 294 euro di Ita Airways, che gestisce la continuità territoriale nello scalo del capoluogo. Infine Ryanair (destinazione Orio al Serio), con 381 euro. La compagnia irlandese sulla tratta Cagliari-Roma è ancora più costosa: 409 euro per un biglietto acquistato last minute. A un soffio dal record di 410 euro sulla rotta Olbia-Roma di Volotea, che ha spinto la Regione a scrivere all’Antitrust.

Care, carissime anche le altre tratte. Ad esempi la Alghero-Bologna: 381 euro con Ryanair. O la Olbia-Bologna: 354 euro con Volotea. Tariffe a cui bisogna aggiungere tra i 40 e i 50 euro se si vuole caricare un bagaglio nella stiva dell’aereo (capita, soprattutto se si è al rientro dalle ferie estive).

Intanto oggi si apre unasettimana importante per la mobilità aerea. Domani in Collegatoè il turno dei trasporti: previsti venticinque milioni ai vettori per aumentare le rotte per l’Isola. Mercoledì il governatore Christian Solinas e l’assessore Moro saranno invece a Bruxelles, per un incontro con la commissaria europea Adina Valean. La riunione darà il via alle trattative per la nuova continuità territoriale, che dovrebbe entrare in vigore a ottobre del prossimo anno. E venerdì il tribunale di Cagliari si pronuncerà sulla richiesta di sospensiva presentata dagli avvocati della Regione per fermare la fusione degli aeroporti di Olbia e Alghero.

.

.

.

Lascia un commento